Distretto 5 – Y di Fionda: 6-4

0
90
Martedì sera ore 22, campo 4/5, si disputa una gara per la quarta giornata del girone B, del Summer 2017, si affrontano  Y di Fionda e Distretto 5, con entrambe le formazioni  reduci da una sconfitta nel turno precedente, i ragazzi di Mister Flumini a tavolino; per gli azzurri rientra Baldelli, presenti anche i Trinceri, padre e figlio, per gli ospiti manca invece Lugas, oltre Cadoni, esodio per Locci, dirige Ricci; pochi minuti e c’è  la prima occasione per la squadra ospite, Deidda si propone sulla sinistra, si presenta al limite dell’area, incrocia il destro di collo ma la palla si stampa sulla traversa, poco dopo c’è la risposta azzurra, A.Trinceri riceve sul vertice sinistro, diagonale rasoterra insidioso, bravo Sini, l’azione prosegue, palla A Toti, incrocia il destro dalla trequarti, rasoterra che prende il palo esterno, Manca subisce fallo sulla trequarti, la sfera giunge comunque sui piedi di D.Flumini, incrocia il sinistro sull’uscita di Pusceddu, palla all’angolino, c’è il raddoppio poco dopo, punizione dal limite, batte Deidda dal limite rasoterra scientifico che aggira barriera e portiere, lo stesso centrale de neri poco dopo commette un errore che manda Baldelli a tu per tu con Sini ma il capitano degli azzurri calcia fuori, tuttavia, la squadra di casa riesce a accorciare con la punizione di Melis, battuta dalla trequarti destra, sinistro rasoterra diretto sul primo palo, palla all’angolino e Sini può appena toccare, subito dopo Melis vorrebbe concedere il bis ma il suo destro dal limite è bene deviato da un grosso intervento in uscita dell’estremo difensore, Mainas dalla sinistra, molto defilato, incrocia il destro, stavolta è Pusceddu a coprirsi di gloria parando bene e facendo sbattere la palla contro la traversa, pria dell’intervallo il risultato cambia due volte, prima il pareggio di Melis con piatto destro al volo dal vertice destro su cross pennellato di Pittiu da sinistra e allo scadere il 3-2 di Manca che colpisce di esterno dopo l’invito di D.Flumini che aveva ben protetto palla dal limite, poi ad inizio ripresa, lo stesso Mainas, dalla sinistra, traglia per Corda che colpisce al volo di esterno destro sfiorando il palo opposto, Secchi dalla trequarti sinistra calcia un collo destro, liftato, la palla non è veloce ma molto angolata e sin infila sotto l’incrocio, due minuti dopo arriva il 5-2, Mainas ruba la sfera a Baldelli, arriva al limite e poggia a D.Flumini che deve solo spingere in rete, Locci dà il colpo di grazia agli azzurri, prende palla a centrocampo, avanza a sinistra per poi accentrarsi, incrocia il destro, rasoterra, Pusceddu stavolta non è irresistibile, Grosso riceve al limite e di piatto sfiora la traversa, poi le due reti dell’orgoglio nel finire di gara: prima segna Toti approfittando di un pasticcio tra Deidda e Manca, poi, Melis segna un gol fantastico dall’out di destra, sinistro a girare sotto l’incrocio, 6.4 il finale, Y di Fionda a forte rischio eliminazione.
Le pagelle di Distretto 5
G.Mainas 7.5: fa il suo esordio nel torneo, entra a metà del primo tempo ed è subito brillante, colpisce un traversa e sigla il nuovo vantaggio prima del riposo, nella ripresa continua a fare sfracelli, punisce un leziosismo di Baldelli e regala a D.Flumini il facile 5-2. Intoccabile.
D.Flumini 7: ancora una volta finisce meritatamente nella rubrica “pagelle” perchè si conferma un grande bomber, due reti per lui, una per tempo, prima di precisione a sbloccare una gara inizialmente ostica, nella ripresa è semplice opportunismo e capacità seguire l’azione, tuttavia, deve ringraziare Mainas. Potenza.
Le pagelle di Y di Fionda
R.Baldelli 4.5: giocatore di qualità e di esperienza ma stavolta sbaglia tutto, peggio non poteva fare: nel primo tempo ha due ottime occasioni, regalategli da due sbavature avversarie, però per due volte spreca a tu per tu con Sini, oltretutto, nella ripresa, sul 4-2, fa un errore clamoroso, rischiando il dribbling con tre uomini addosso. Ingenuità.
R.Melis 7.5: i rimproveri della volta scorsa (sempre se presi in considerazione) hanno fatto effetto, è tornato ad essere il giocatore valido e intelligente che solitamente vediamo: due gol bellissimi, nel primo tempo su punizione,  nella ripresa una perla clamorosa, seppur, inutile. Double.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO