Tigri del Mediterraneo – MisterChef: 4-6

0
3373
Tigri del Mediterraneo
Tigri del Mediterraneo

Lunedì sera ore 21, campo 1/2, si disputa un recupero per la nona giornata del girone Amatori, si affrontano Le Tigri del Mediterraneo e Misterchef, entrambe reduci da una sconfitta, nuovi protagonisti tra i padroni di casa (esordio per Chiatante e per Pau), per quanto riguarda i neri, con l’assenza di Atzeni, l’economia del gioco ne risente: sono d’aiuto i rientri di Bruni (in difesa) e di Zago in mezzo al campo), dirige Porru; il primo affondo è di Cipriani, il suo tiro dal vertice destro, di punta, termina sul palo, poco dopo Cara imbecca Deplano, calcia dal limite ma Chiatante è decisivo in corner, gran filtrante di Demontis, cipriani riceve a destra, stop e tiro rasoterra nel sacco, poco dopo la DEplano salta un avversario e dal limite batte in uscita Chiatante, 1-1, , Deplano da sinistra appoggia per Zago che stoppa col destro e poi infila all’angolino, passaggio sbagliato di Demontis, vola centralmente Deplano ma Chiatante salva in uscita, Cipriani calcia un destro terrificante dalla trequarti e la palla sbatte contro la traversa, poi si riscatta segnando dal limite in scivolata dopo altro filtrante geniale di Demontis; la punizione di Zago dalla trequarti sinistra (sotto l’incrocio) consente ai neri di pareggiare, poi la punizione è per i padroni di casa, Portas defilato a sinistra (quasi a fiondo campo) crossa sul primo palo dove Melis spizza di testa e batte il suo omonimo, Demontis vola a destra e all’ingresso in area è steso da Melis, rigore: calcia Portas che incrocia il sinistro spiazzando Melis ma angola troppo colpendo il palo esterno, Zago dalla trequarti destra calcia di controbalzo, bella risposta di Chiatante, ancora Zago raccoglie un disimpegno corto, calcia di collo destro al volo, palo interno; ad inizio ripresa Zago “lascia” tutto solo Cara a centro area che spara alto, poco dopo ha un’altra chance ma il suo sinistro trova pronto Chiatante in corner, Rossi dalla trequarti centrale, pennella un cross per Cipriani che dal vertice sinistro calcia in semirovesciata infilando nel primo angolo, Portas verticalizza per Rossi che si accentra e incrocia il destro, velo di Cipriani, la sfera esce di poco, Cara riceve dal fondo e fa la sponda per Deplano, tiro e traversa-linea, Demontis lancia Cipriani, da posizione defilata mette sul fondo, poi Cara si riscatta e dopo aver saltato un avversario segna il 4-4; altra sponda di Cara per Deplano che anticipa Murgia poi calcia ma è miracolosa l’opposizione a mano aperta di chiatante, Cara è nuovamente insidioso, libera Faret il cui tiro incoccia la traversa, i padron i di casa sono ormai fisicamente a terra e gli ospiti li schiacciano nella loro metà campo: una bellissima azione corale vale il , Deplano per Zago, verticalizza per faret, taglia dentro per Cara che spinge in rete, infine, lancio di Bruni, dal fondo di sinistra cara fa sponda per Zago che da pochi passi mette in rete, vince Misterchef 6-4.

Le pagelle di Le Tigri del Mediterraneo
D.Cipriani 8.5: è un autentico portento: ha una voglia di vincere ve di segnare: inizia subito con un palo, poi sfrutta i due filtranti di Demontis e segna vantaggio e pareggio, poi una traversa clamorosa, nella ripresa, il capolavoro in sforbiciata . Campione.
M.Demontis 7: nel primo tempo è l’Iniesta della situazione: ci sono tre filtranti che fanno la fortuna di Cipriani, però anche un errore grave che per poco non causa la rete di Deplano (bravo Chiatante), nella ripresa evapora pure lui. Half Time.
Le pagelle di Misterchef
G.Zago 8: giocatore di sicura affidabilità per i neri, ci si chiede perché non abbia giocato più partite: ha un tiro fulminante, Chiatante trema quando lo vede nei pressi dell’area, sigla di precisione il primo gol, poi un missile sotto l’incrocio da calcio piazzato, prima dell’intervallo un palo clamoroso, nel finale conclude la bella azione del 6-4 conclusivo. Insostituibile.
M.Cara 7.5: il primo tempo, nonché la prima parte della ripresa sono un vero calvario per lui: ne sbaglia di ogni, stanno per giustiziarlo pubblicamente quando inventa con astuzia la rete del 4-4; a questo punto diventa l’eroe della vittoria, ci sono almeno 4 sponde (o passaggi) decisivi, di cui solo due terminano con la rete. Vecchia Volpe.

LASCIA UN COMMENTO