Dream Team – Ri.Me.Fe.: 2-5

0
2622

Lunedì sera ore 22, campo 4/5, si disputa una gara per la decima giornata del girone Amatori, si affrontano Dream Team e Ri.Me.Fe., entrambe con alcune assenze: manca Aramu per i padroni di casa  ma stavolta rientra in porta Tolu, per gli arancio mancano (oltre a Manca, sostituito ancora da Pau) Collu, Valdes e Serrau, dirige Lobina; la prima occasione la crea Melis, che si accentra e difende palla sulla trequarti, destro a pelo d’erba all’angolino, ripresa del gioco: éPuddu calcia diretto in porta e sorprende Pau, Spiga dall’out di destra pennella al centro per Scalas che di testa arriva prima di Pischedda, la palla coglie in pieno il palo, rimessa laterale di Pischedda che taglia tutta l’area, all’altezza del vertice sinistro arriva Argiolas che di testa indirizza centralmente battendo Tolu che era uscito intempestivamente; Pau vince un contrasto e dal limite calcia di sinistro, Tolu si riscatta con un grande tuffo per deviare in corner, altro grosso intervento del portiere di casa che salva anche su Picci che aveva calciato dal limite dopo uno scambio con Melis, quest’ultimo batte un corner prima dell’intervallo, taglia al centro per Pischedda che imparta bene di testa ma angola troppo, palla a fil di palo, 2-1; Melis ancora è protagonista a inizio ripresa del 3-1: dall’out di destra salta due avversari poi taglia in orizzontale per Picci che deve solo appoggiare (di tacco) in rete, subito dopo la rete del poker, Melis scende a destar e pennella per Solla che si tuffa per colpire di testa, Tolu smorza il pallone che però essendo stato colpito da distanza ravvicinata lo scavalca insaccandosi a mezza altezza, ancora gli ospiti pericolosi, sponda di Solla per Faedda e tiro in diagonale del difensore, grandissima risposta con la mano sinistra di Tolu, accorciano i locali: Cuccu intercetta a centrocampo, parte in solitaria con gli arancio sbilanciati, dal limite batte in uscita Pau, Dream Team ci crede e fa pressione: c’è un’azione lunga e molto insistente con tiri a ripetizione di Scalas, Puddu e Cannas, infine dal vertice sinistro impatta Spiga e c’è il miracolo in tuffo di Pau, l’altro Pau, Massimo sfiora la 5° rete per gli arancio con un cross che si trasforma in tiro, traversa superiore, nel finale, c’è preoccupazione per lo scontro avvenuto tra Marras e Faedda (con quest’ultimo che ha avuto la peggio), si riprende poco dopo a giocare, a tempo scaduto, ripartenza di Melis che poi si accentra e dal limite insacca con un destro rasoterra, finisce 5-2 per Ri.Me.FE.

 

Le pagelle di Dream Team

A.Scalas 6.5: questa era per lui la prova di maturità, l’impegno più arduo di tutto il campionato: deve fronteggiare la squadra più forte e oltretutto organizzata in difesa e guidata da un fortissimo come BOi, ha avuto parecchie difficoltà ad esprimersi ma qualche grattacapo lo ha creato, anzi, si rammarica per quel colpo di testa fermatosi contro il palo che sarebbe significato vantaggio e in quel caso sarebbe cambiata la storia della gara. Rimpianto.

D.Tolu 7.5: il migliore tra i padroni di casa: anche se sbaglia l’uscita in occasione del 2-1 ospite, dobbiamo considerare gli ottimi intervento effettuati che salvano almeno tre volte la porta, prima è attento sulla botta dalla distanza di Melis, poi è strepitoso su Pau ed eccellente su Picci; nella ripresa, si supera toccando con le tre dita sul diagonale ravvicinato di Faedda. Felino.

Le pagelle di Ri.Me.Fe.

P.Solla 6.5: generalmente il suo lavoro è preziosissimo, attira su di sé gli avversari e libera giocando di sponda i compagni: stavolta abbiamo visto questo lavoro in una occasione, Faedda si inserisce e col diagonale rasoterra sfiora la rete, a parte questo, ottiene il gol che forse dà la mazzata ai padroni di casa. Importante.

C.Melis 8.5: molto probabilmente, oltre che maggior goleador del torneo, vincerà anche (soprattutto) il premio per il miglior giocatore della categoria: è in grande spolvero per la grande occasione, contro un avversario tosto, con esperienza e abilità sigla il vantaggio, poi si trasforma in assist man e cerca di fare segnare Pischedda e poi (riuscendoci) Picci e Solla, nel finale, completa la doppietta. Fenomeno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO