Orefice Costruzioni – Sarda Auto Multiservice: 1-1

0
1727
Sarda Auto Multiservice

Mecoledì sera ore 22, campo 4/5, si disputa una gara di recupero della 3° giornata del girone Elite, per lo Sporting Cup 2016/17, si affrontano Orefice Costruzioni (che osservava un turno di riposo) e Automultiservice (che ha perso nell’altro recupero di lunedì); tra i biancorossi rientra Cadoni, manca Flumini e pure A.Porceddu, per Mister Deliperi, nemmeno un cambio, in panca con lui e il presidente Orefice, c’è Michele Arrais, indisponibile, come lo sono entrambi i gemelli Sitzia (prima volta quest’anno), c’è di buono la nuova divisa, un rancio sgargiante; la gara, che è diretta da Lobina, è molto tattica e soprattutto fisica, ha molti contrasti da raccontare e Angellotti è quello che ne fa le spese, Deidda gioca estrema caparbietà quasi sfociando nell’irregolare, il direttore di gara segue una linea inglese e concede interventi maschi ad entrambe le squadre; tutto ciò non permette di vedere molte conclusioni a rete, si lotta a centrocampo e si attende il quarto d’ora buono per segnalare pericoli: Corpino dal limite sfiora il palo, Angellotti trova invece la respinta di Sini, poco dopo, Cadoni chiama palla a centrocampo, avanza indisturbato e appena decentrato colpisce di esterno destro infilando sul 2° palo, a mezza altezza, Mattana pennella dall’out di sinistra per Angellotti che spizza di testa a lato, Cao avanza centralmente e impegna Sitzia, il quale si distende e devia col braccio destro, nella ripresa, Pateri dalla trequarti sinistra calcia a pelo d’erba, Sini si allunga e devia in corner un tiro molto insidioso, gli arancio premono e riescono a pareggiare con una grossa iniziativa di Ibba: anticipa con scavetto elegante Cadoni sulla sinistra, si accentra, incrocia il destro, c’à una netta deviazione, la palla entra centralmente con Sini sbilanciato; una botta di Corda dalla trequarti sinistra sta per beffare Sitzia, la palla è carica d’effetto, l’estremo arancio si salva con la mano di richiamo, la gara continua ad essere fisica ed un tratto nervosa: ne fanno le spese nel finale Cadoni e Sini, ammoniti; 1-1 il finale, giusto, perché sono due squadre forti ed esperte, i valori si equivalgono anche se le assenze degli arancio sono più pesanti di quelle che potevano lamentare i biancorossi.

 

Le pagelle di Orefice Costruzioni

D.Sitzia 7: è importante il suo contributo alla gara, soprattutto dopo lo svantaggio e una fase delicata da risolvere, salva i compagni da una possibile mazzata, sia su insidia di Cao e soprattutto su tiro ad effetto beffardo di Corda, col corpo ormai partito, è la mano destra che prende vita per sventare la minaccia. Salvezza.

P.Ibba 7: quest’anno sembra voglia farsi desiderare. È mancato spesso e volentieri alla causa arancio (nuovo colore per sgargianti successi) e le sue continue assenze fanno accigliare Deliperi: eccolo in pista per un recupero, una gara piuttosto delicata, per risollevare la quale ci vuole un guizzo, cosa che fa anticipando con scavetto elegante Cadoni per poi beffare Sini dalla distanza. Scherzetto.

Le pagelle di AutomultiService

R.Cadoni 7: Mister Flumini attendeva con ansia il suo rientro, tanto più che aveva giocato una sola gara con la maglia biancorossa: il suo ritorno è puntuale perché capita preciso nella gara più complessa anche se il durio avversario manca delle frecce più velenose: tuttavia, sblocca una situazione immobilizzata sullo 0-0 con un’autentica perla, qualcosa di pregevole che sveglia dai torpori..peccato per la querelle con l’arbitro. Acceso.

A.Sini 7: tanto lui quanto il suo omologo sono protagonisti in positivo, artefici di questo risultato da “under”: tiene a bada gli “avvisi” di Angellotti ma la parata più complicata la riserva su rasoiata chirurgica di Pateri. Efficiente.

LASCIA UN COMMENTO