Autocarrozzeria Caredda – The Wall: 2-3

0
588

Lunedì sera ore 22, campo 4/5, si disputa la prima gara del girone Elite, per lo Sporting Cup 2016/17, si affrontano Autocarrozzeria Johnny Caredda (una squadra che già avevamo conosciuto ma nuova per il nostro torneo invernale) e the Wall, protagonista di una doppia promozione lo scorso anno, che conferma buona parte del gruppo ,ma opera bene nel mercato per sostituire due elementi importanti quali Murgia e Pettinau: oltre a Timpanari, fanno parte della squadra di Gallo Meloni, Carboni e Casula più altri volti nuovi che vedremo lungo la stagione; la gara è abbastanza gradevole, si accende col cross di Gallo che trova a centro area Puddu, incornata e volo plastico di Caredda che col braccio destro mette in corner, Casula ci prova dalla trequarti destra lambendo la traversa, arriva dunque il vantaggio dei bianchi grazie a Sitzia ce intercetta il lancio (sballato) di Torrico, calcia, ottenendo la sua respinta, a questo punto giunge Suergiu che salta l’estremo difensore e insacca a porta vuota; Gallo intercetta un pallone e lancia a destra Casula che spara fuori, subito dopo è lo stesso 13 dei neri a servire Lai, stessa fetta di campo, protegge palla e scaglia un destro forte e alto sul quale non può arrivare (ma tocca la sfera) Caredda, 1-1;  la gare resta su buoni ritmi, ogni tanto c’è qualche sbavatura ma le due difese risolvono prontamente, ad inizio ripresa, Autocarrozzeria si riporta avanti: dalla trequarti sinistra Suergiu riceve e carica il destro scivolando al momento del tiro, la palla ha un effetto strano che beffa Torrico, c’è una punizione per i neri, Timpanari con destro a girare scheggia il 2° palo, Suergiu va via a sinistra a Puddu (che lamenta un controllo col braccio), arriva al limite e incrocia il destro a botta sicura, a mano aperta (la sinistra) è la splendida risposta di Torrico, Picciau dal vertice destro trova la risposta di Torrico poi Fiori col destro mette di piatto a lato, corner di Gallo che imbecca Casula ma da buona posizione mette fuori, Suegiu dalla trequarti riceve e si gira di scatto, destro potente ma centrale, Torrico usa i pugni; altro corner per i neri, stavolta lo batte Carboni e trova in mezzo ancora Casula, destro preciso al volo, fuori d’un soffio, il pari di The Wall sembra nell’aria e giunge con Timpanari, abile (sul lancio di Lai) a coordinarsi perfettamente per esplodere il destro, palla che arriva all’angolino dopo aver colpito il 2° palo, i bianchi sono in difficoltà e in un’azione convulsa, Zuddas rischia l’autorete con la spalla, purtroppo, il pericolo non è scampato del tutto: a 2’ dal termine, la pressione crescente dei neri produce il 3-2: Timpanari riceve sulla rimessa laterale e salta un avversario, vede lo scatto di Lai e filtra in modo perfetto, il bomber lascia sfilare e con un esemplare movimento del corpo riesce a coordinarsi da posizione defilata per esplodere al meglio il diagonale, Caredda incolpevole, la palla è troppo angolata; il tempo residuo non consente di creare occasioni per il pari, bella partita comunque e A.Caredda che esce sconfitta ma a testa alta.

Le pagelle di Autocarrozzeria Caredda

R. Suergiu 7.5: è il giocatore più pericoloso e (diremmo) più valido dei blancos: a tratti sembra sparire dal Match ma appena gli dai modo di colpire ti infilza come una spada, non perdona l’incertezza di Torrico e sigla di prontezza il vantaggio, il 2-1 è ancora suo, stavolta ci si mette una beffarda situazione fortunata, Torrico gli nega il tris con grandiosa parata. Preoccupazione.

J. Caredda 7: nel primo tempo è subito impegnato e deve rispondere presente sul corner di Gallo per Puddu, la cui incornata è deviata sopra la traversa da un suo prodigioso intervento; nelle uscite è affidabile e coraggioso, sempre incolpevole sui gol subiti. Attento.

Le pagelle di The Wall

G. Lai 8.5: il bomber dei neri è sempre una salvezza per la squadra di Gallo: anche quest’anno certamente i successi di questa sorprendente compagine passeranno soprattutto dalle sue giocate; il primo pallone utile lo scaraventa in porta con forza e una traiettoria alta che manda fuori gioco Caredda, nella ripresa si rivede nel finale: prima indovina l’assist per un Timpanari dal piede caldo, poi riceve da questi per spedire nell’angolo esatto la rete della prima sofferta vittoria. Potenza.

L. Timpanari 7,5: è uno dei nuovi elementi, l’inserimento nel gruppo molto unito di Gallo e Co. è subito ottimo, si trova a meraviglia con tutti ma l’intesa migliore è con l’amico Lai, con cui costruisce (in un sodalizio proficuo) le reti che trasformano una possibile sconfitta in una meritata vittoria. Welcome.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO